SET CINEMATOGRAFICI ROMANI - FACOLTA' DI INGEGNERIA | Bed and Rome and Breakfast

domenica 5 marzo 2017

SET CINEMATOGRAFICI ROMANI - FACOLTA' DI INGEGNERIA


Il Mosè di Michelangelo
Nella parte finale di Notte prima degli esami, una delle commedie di maggior successo degli ultimi anni, i ragazzi protagonisti del  film entrano nella loro scuola per sostenere gli esami di maturità, accompagnati dalle note della canzone di Antonello Venditti.

Se cercate a Roma quel liceo non lo troverete; Esso è infatti la sede della Facoltà di Ingegneria de La Sapienza e si trova a Colle Oppio, in Via Eudossiana, accanto alla basilica di San Pietro in Vincoli,dove potrete ammirare il Mosè di Michelangelo.
facoltà ingegneria La Sapienza
Una passeggiata in facoltà
Forse quel pezzo di Roma compreso tra Via Eudossiana, Piazza di San Pietro in Vincoli, Via delle Sette Sale, Viale del Collo Oppio e Largo della Polveriera, è quello cui sono più legato, più delle vie dove sono nato, cresciuto e ho vissuto. Ho salito quelle scale tante volte quando ero studente, le ho salite il giorno della mia laurea, le ho salite il giorno della laurea di mia figlia, ogni tanto ci ritorno a dare un'occhiata per vedere se quel mondo è ancora lo stesso.
Sì, perché a Roma, come forse anche in altre città d'Italia e del mondo, la facoltà di ingegneria è sempre stata qualcosa di diverso, di alieno rispetto al resto del mondo universitario.
GLi anni in cui ho studiato sono stati gli Anni di Piombo, gli anni del terrorismo, quelli in cui tanti ragazzi sono finiti nel vortice della violenza e degli assassini.

Noi studenti di ingegneria, forse in maniera più sana, ce le davamo di santa ragione giocando a pallone nei giardini del parco di Colle Oppio, dietro alla facoltà. Tra noi studenti di ingegneria chimica e gli studenti di ingegneria meccanica ci stava una fiera rivalità e organizzavamo sfide infinite, talvolta saltando anche le lezioni. Io e un mio collega di corso, Maurizio Coronidi, chissà se leggerà mai queste righe, non sapevamo proprio dove fosse di casa il gioco del calcio. Non volendo però mancare alle sfide, essendo entrambi piuttosto robusti, ci schieravamo in difesa e facevamo letteralmente muro contro gli avversari. Quando uno di loro, più agile e più dotato tecnicamente scappava verso la nostra porta palla al piede, aspettavamo il momento giusto per chiuderci spalla a spalla facendolo sbattere contro di noi e finire lungo disteso a terra. Altre volte, poiché il campo era delimitato da un lato da un muro, una bella spallata spediva il malcapitato avversario a spiaccicarsi su di quello come un qualsiasi Willy il Coyote.
Chiostro facoltà ingegneria RomaVale comunque la pena salire quelle scale e visitare la facoltà, fa tornare giovani. E si può anche ammirare uno splendido chiostro, attribuito a Giuliano da Sangallo, un tempo facente parte del convento annesso alla basilica, ora divenuto parte della facoltà universitaria.
E per chiudere, godiamoci una parte del finale di Notte prima degli esami.
Vincenzo

Nessun commento:

Posta un commento