VITA DA B&B - LE CHIAVI DEL REGNO | Bed and Rome and Breakfast

venerdì 24 marzo 2017

VITA DA B&B - LE CHIAVI DEL REGNO


Più che delle chiavi del regno forse sarebbe ancor più appropriato parlare delle chiavi del Paradiso, visto che a Roma ci sta la basilica di San Pietro, che è notoriamente il custode delle chiavi del Paradiso, a lui personalmente consegnate da Gesù Cristo.

Di quali chiavi si tratti, comunque, per alcuni viaggiatori è irrilevante in considerazione del rapporto conflittuale che hanno con esse. E non parlo di quelle perse o, semplicemente portate via, ma di quelle che diventano una sorta di oggetto misterioso che, per funzionare, abbisognano di un miracolo giusto per restare in tema di santi.

Caso 1 - L'autorete

Questo si è verificato presso Villa Borghese Guest House. Nel cuore della notte ricevo una telefonata di una agitatissima signora.
- Non riesco ad entrare nell'appartamento! La chiave non funziona!!!!!!
- Signora, fino a oggi pomeriggio la chiave funzionava, mi spieghi meglio per favore.
- La chiave è diversa
- Mi scusi signora, ma sta usando la chiave lunga per aprire?
- Nel mazzo di chiavi non ci sta nessuna chiave lunga!!!
. (Mi inzia a sorgere un dubbio) Mi scusi signora, quale è il suo nome?
- XXX YYY
- (Il dubbio si trasforma in certezza) Signora, mi perdoni, ma non mi risulta che Lei sia tra i nostri ospiti. Forse Lei è ospite di Borghese ABC al piano di sopra. Provi a salire su
- Ha ragione, ho sbagliato piano (e mi hai pure svegliato mentre dormivo)
Insomma, goal nella porta sbagliata!


Caso 2 - Per virtù propria

Ricevo, naturalmente di sera, una telefonata di alcuni ospiti di San Lorenzo Guest House, la porta della camera non si apre.
Li ho accompagnati io stesso in stanza all'arrivo e la porta si apriva perfettamente per cui la prima cosa che gli dico è di verificare che non stiano usando la chiave sbagliata. No, non è quello il problema (e ti pareva), e quindi mi precipito in soccorso.
Arrivo, li trovo accampati davanti alla porta che un po' la sbatacchiano e un po' la osservano, mi faccio dare la chiave, la infilo e, per prima cosa do un giro a chiudere, magari si è bloccata. Poi riapro e mi accorgo che era stata chiusa a doppia mandata e che quindi ci stava da aprire una seconda mandata. Spiego la cosa, dicendo che essendoci due mandate bisogna girare fino in fondo. 
- Sì, capito. 
Va bene, riproviamo. Chiudo a doppia mandata. 
- Ecco, ora apra Lei.
Prima, mandata, seconda mandata e... si ferma ad osservare la porta come che questa si possa aprire per virtù propria e poi inizia a sbatacchiarla
- Mmmmhh, ci sarebbe anche da dare l'ultimo mezzo giro per fare aprire lo scrocco della porta!!!
Machiavelli può aspettare ancora.

Caso 3 - Volo in partenza

Svegliarsi la mattina e trovare questa mail nella casella della posta non ha prezzo.

"Buongiorno, sono Mr. X, stanza 102 di San Lorenzo Guest House. Stanotte sono rientrato molto tardi e avevo bevuto un po' troppo ieri sera. Ho usato la chiave sbagliata per aprire la porta della stanza e la chiave si è spezzata nella serratura. Siccome avevo il volo molto presto la mattia e non potevo aspettare che arrivasse qualcuno e non volevo svegliarvi, ho sfondato la porta per prendere il bagaglio. Mi scusi molto se ho creato un problema".
Scuse accettate, tanto che cambia se non le accetto?

Vincenzo
www.sanlorenzoguesthouse.com



Nessun commento:

Posta un commento